Chiara Madinelli

Chiara Madinelli


Dott.ssa Chiara Madinelli Psicologa Psicoterapeuta

Sono specializzata in Psicoterapia Breve Integrata

Mi occupo di disturbi alimentari, disturbi d’ansia, attacchi di panico, aspetti che riguardano difficoltà riscontrate in alcune fasi di vita (es. adolescenza, separazione, gravidanza).

L’intervento può essere supportivo, motivazionale o terapeutico, questo dipende dalla valutazione clinica e dai bisogni espressi dalla persona. Dopo una consultazione e conoscenza iniziale, definisco un focus con il paziente per poi procedere con il percorso psicoterapico. Utilizzo tecniche cognitivo- comportamentali, psicodinamiche e un approccio psicoeducativo (es. tecniche di comunicazione, gestione dello stress).

Collaboro con medici specialistici, fisioterapisti, personal trainer e nutrizionisti per offrire alla persona/paziente una prospettiva completa, che tenga conto di diverse necessità e bisogni. L’obiettivo è il raggiungimento di una conoscenza, di una consapevolezza e di un benessere totali.

PSICOTERAPIA BREVE INTEGRATA, DI COSA SI TRATTA?

L’idea di psicoterapia più diffusa è spesso associata a gravi patologie , fatica (spesso collegata al pensiero di dover lavorare esclusivamente su eventi, dinamiche riguardanti l’infanzia), lunga durata del trattamento, e infine un’immagine passiva e silenziosa dello psicologo- psicoterapeuta.

 La richiesta di aiuto, e di conseguenza la psicoterapia, possono essere l’espressione di un bisogno di supporto esterno (più oggettivo e specialistico), di un desiderio di conoscenza e chiarezza riguardanti alcuni eventi di vita o difficoltà riscontrate come ad esempio ansia, insonnia, pensieri negativi- tristezza, che limitano la propria vita.

La psicoterapia breve integrata ha come presupposto una visione centrata sui bisogni, problemi, caratteristiche e fase di vita del paziente.

Questo tipo di terapia integra il modello psicoanalitico con la prospettiva evolutiva, tenendo conto del disagio e del bisogno del soggetto in alcune fasi questo tipo di terapia prevede l’utilizzo di tecniche cognitive e comportamentali

Nella mia concezione di psicologa- psicoterapeuta la terapeuta ha certamente un ruolo di ascolto, ma attivo e partecipe. Il rapporto terapeuta- paziente è una collaborazione, il terapeuta può fornire al soggetto degli strumenti per favorire nuove consapevolezze e l’utilizzo di risorse, ma il paziente è agente attivo nel processo di cambiamento.

L’obiettivo è rendere maggiormente consapevole il soggetto di ciò che ostacola il processo di cambiamento e impedisce uno stato di benessere, fornendo strumenti utili per proseguire autonomamente la propria auto- cura nel futuro . Parte integrante del percorso è la valorizzazione delle risorse personali

Attualmente non vengono considerate un numero preciso di sedute, ma vengono valutati due criteri essenziali:

  • come raggiungere il massimo beneficio con il più basso investimento di tempo (tempo/efficacia, costo/ efficacia).
  • l’individuazione di un focus, per valutare le priorità e la spinta al cambiamento.